Tu sei qui

Rafforzare azioni comuni per realizzare la visione G20 sull’efficienza delle risorse e l’economia circolare: una Roadmap 2021-2023 per contribuire alla sostenibilità globale delle produzioni e dei consumi

Roma, 25 Novembre 2021 - La consapevolezza che l'elemento chiave per passare correttamente da un'economia lineare a una circolare è ottenere cambiamenti nei modelli di consumo e di produzione ha guidato l'Italia quest'anno nel ribadire l'importanza e la centralità dell’efficienza delle risorse tra le priorità della Presidenza del G20.

Nel Comunicato dei Ministri dell'Ambiente del G20, adottato a Napoli lo scorso luglio, i Ministri hanno chiesto azioni decise sull'uso sostenibile e circolare delle risorse e hanno affidato al G20 Resource Efficiency Dialogue (G20 RED) il compito di attuare la Visione del G20 sull’efficienza delle risorse e l’economia circolare.

Rafforzando ulteriormente le decisioni prese, la Dichiarazione del Leader del G20 di Roma ha ribadito l'impegno ad aumentare l'efficienza delle risorse anche attraverso le attività del G20 RED.

La Roadmap del G20 RED aggiornata, adottata ufficialmente il 15 novembre u.s. traccia un percorso volontario di 3 anni per sviluppare individualmente e/o congiuntamente una serie di attività concrete in ambiti specifici stabiliti dal G20 RED quali ad esempio la moda circolare, le città, la riduzione degli sprechi alimentari, la finanza sostenibile, gli appalti pubblici verdi. Il G20 RED, in collaborazione con organizzazioni internazionali quali UNEP IRP, OCSE e UNIDO, promuoverà la condivisione di informazioni rispetto agli obiettivi nazionali in materia di efficienza delle risorse ed economia circolare ed agli indicatori che vengono utilizzati per monitorarne il raggiungimento.

Il Ministro Roberto Cingolani ha aperto  il  terzo ed ultimo incontro del G20 RED, organizzato dalla Presidenza italiana del G20, ricordando quanto lo scambio di esperienze sulle misure e le politiche attuate a livello nazionale, regionale e globale per aumentare l’efficienza e la sostenibilità dell’uso delle risorse rappresenti una priorità trasversale e un’opportunità strategica per contribuire significativamente a contrastare i cambiamenti climatici,  la perdita di biodiversità, il degrado dei suoli e l’inquinamento. A seguire la Ministra Indonesiana Siti Nurbaya ha confermato l’impegno del suo Paese in qualità di futura Presidenza G20 nel proseguire gli sforzi profusi su questi temi cruciali. 

L'Ambasciatore Luigi Mattiolo, Sherpa G20, ha sottolineato come, nonostante le difficoltà, si siano potuti raggiungere risultati generali positivi durante il Vertice G20 di Roma che è stato in grado di aumentare la consapevolezza rispetto ad una pluralità di questioni che richiedono un'attenzione immediata in tutto il mondo e ha rilanciato l'impegno dei partecipanti a condividere le informazioni e lavorare in una direzione comune.

L’ing. D’Aprile, capo dipartimento DITEI del MITE e Chair dell’Environment Deputy Meeting del G20 ha infine concluso ribadendo come l'Italia sia fermamente convinta che la cooperazione e il partenariato consentiranno di ottenere i migliori risultati e contribuiranno a intensificare le attività sia a livello globale che a livello del G20 per raggiungere un'economia più sostenibile, ed efficiente sotto il profilo delle risorse e circolare. ENGLISH_VERSION

Aree 
Energia
Direzioni e divisioni di competenza 
Direzione generale per l’economia circolare (ECi)
Ultimo aggiornamento 25.11.2021

CAPTCHA
Questa domanda è un test per verificare che tu sia un visitatore umano e per impedire inserimenti di spam automatici.