Tu sei qui

Iniziative e Progetti a supporto dell’attuazione della SNSvS - Coerenza delle politiche per lo sviluppo sostenibile

Il progetto Policy coherence for sustainable development: mainstreaming the SDGs in Italian decision making process to enforce the paradigm shift (Progetto PCSD), finanziato dalla Commissione Europea nell’ambito dello Structural Reform Support Programme 2017-2020,  vede il Ministero della Transizione Ecologica collaborare con la DG Reform della Commissione Europea e con OCSE, scelto dalla stessa Commissione come supporto tecnico scientifico al progetto, con l’obiettivo di verificare la coerenza delle politiche per il perseguimento degli obiettivi di sviluppo sostenibile.

Il progetto avviato nel 2020 si innesta sul percorso di revisione della Strategia Nazionale per lo Sviluppo Sostenibile (SNSvS), prevista dall’art. 34 del D.lgs. 152/2006 e alla Delibera CIPE 108/2017.

Il processo di ascolto, partecipazione e proposta è organizzato su dispositivi di collaborazione istituzionale, già costituiti in ambito nazionale e territoriale quali il Tavolo delle Regioni delle Province Autonome e delle Città Metropolitane, il Tavolo nazionale indicatori, il Forum per lo Sviluppo Sostenibile, coinvolgendo le amministrazioni centrali e territoriali, le agenzie, i centri di ricerca, le organizzazioni della società civile e gli attori non statali.

Il progetto indaga la coerenza di strumenti, organismi, riforme di governance nazionali già esistenti con gli obiettivi dello sviluppo sostenibile e intende fornire, come risultato complessivo, proposte e raccomandazioni in grado di guidare un approccio coerente ed efficace al raggiungimento degli obiettivi di sviluppo sostenibile nel processo decisionale italiano, definendo così un Piano di azione nazionale per la coerenza delle politiche per lo sviluppo sostenibile (PCSD).

Le attività progettuali riguardano:

• la revisione dell’attuale misurazione della sostenibilità rispetto a analisi, valutazioni e meccanismi di governance, sulla base dei principi della PCSD, con l’obiettivo di fornire raccomandazioni per rafforzare la pianificazione strategica e di previsione, la pianificazione del bilancio a livello statale e a livello regionale, suggerire modifiche normative rispetto alla governance per la sostenibilità, pianificazione degli investimenti pubblici in infrastrutture, valutazione delle prestazioni;

• il rafforzamento del dialogo multistakeholder attraverso l’organizzazione di seminari / laboratori con le parti interessate (governative e non governative) e con attori di altri paesi Ue, per stimolare l'integrazione delle politiche e considerarne adeguatamente gli effetti oltre che fornire un quadro di riferimento dei sistemi di monitoraggio;

• lo sviluppo di un piano d'azione nazionale, per guidare il trasferimento e il consolidamento della coerenza delle politiche per lo sviluppo sostenibile per l'attuazione e la revisione della SNSvS.

La coerenza delle politiche per lo sviluppo sostenibile è un elemento cardine del processo di revisione e attuazione della SNSvS.

A supporto del processo di revisione della SNSvS, e immaginando la coerenza delle politiche per lo sviluppo sostenibile come l’ambito entro cui costruire un rinnovato quadro di azione anche per affrontare le sfide che l’uscita dalla pandemia pone e dare una maggiore ampiezza temporale alle scelte che faremo oggi, il progetto PCSD ha l’obiettivo di facilitare l’inclusione dei diversi attori, statali e non, nella definizione di un Piano di azione nazionale per la coerenza delle politiche per lo sviluppo sostenibile, come strumento cardine dell’attuazione della SNSvS. Le attività di progetto sono state disegnate per supportare appieno il processo di revisione della SNSvS e ne costituiscono dunque parte integrante.

Le attività del progetto intendono infatti contribuire a rafforzare il sistema di governance per la sostenibilità, e promuovendo l’integrazione delle politiche in un quadro di sostenibilità. Prendendo la sostenibilità e la coerenza a parametri di riferimento strategico nelle principali attività di programmazione in essere, anche a livello territoriale, si vuole contribuire a garantire un processo di inclusione costante delle amministrazioni centrali e territoriali nell’attuazione, monitoraggio e revisione periodica della SNSvS.

FASI DEL PROGETTO PCSD

Il progetto PCSD ha iniziato le sue attività nel mese di giugno 2020, a seguito della firma del contratto tra Commissione Europea e OCSE.

In una prima fase (“scoping phase”), il lavoro è stato dedicato a dettagliare il programma dei lavori da portare avanti nell’ambito del progetto e, di conseguenza, alla elaborazione e attivazione di un percorso di consultazione e raccolta dei contributi, attraverso questionari e interviste, delle amministrazioni centrali più rappresentative. Come già sottolineato, il lavoro si è sostanziato nell’organizzazione di incontri bilaterali di approfondimento (“scoping calls”) con le principali amministrazioni centrali coinvolte nell’attuazione dell’Agenda 2030 e della SNSvS in Italia, seguendo il quadro normativo e programmatico vigente. Il Progetto è poi entrato nella sua fase operativa, con la costituzione di un Gruppo di contatto informale PCSD che coinvolge gli attori centrali principali nel processo strategico in essere e rilevanti rispetto al quadro normativo e di governance sullo sviluppo sostenibile: Dipartimento per la Programmazione Economica (DIPE), Dipartimento per le Politiche Europee (DPE), Dipartimento per le Politiche di Coesione (DPCoe), Ministero degli Affari Esteri e la Cooperazione Internazionale (MAECI), Ministero dell’Economia e delle Finanze (MEF), Cabina di Regia Benessere Italia. L'attuale composizione del Gruppo non prende in considerazione il mutato quadro istituzionale.

Sempre in questa prima fase, è stato possibile, attraverso un percorso ampio di consultazione con amministrazioni centrali, regionali e locali e con rappresentanti della società civile, identificare tre aree tematiche prioritarie al perseguimento degli obiettivi, sulle quali focalizzare il dibattito in tre distinti workshop tematici dedicati e comunque utili alla revisione della SNSvS e alla costruzione di contenuti da inserire nel Piano di azione nazionale per la PCSD:

♦ simulazione della costruzione di un percorso di policy integrata per le aree della SNSvS, a partire dalla Prosperità;

♦ definizione di meccanismi per rafforzare la coerenza tra la dimensione interna e la dimensione esterna delle politiche nazionali;

♦ condivisione di meccanismi per la misurazione e la valutazione della sostenibilità delle politiche pubbliche e rafforzamento della loro efficacia.

La seconda fase del progetto è stata dedicata dunque ai focus sulle aree tematiche prioritarie, rispetto alle quali i workshop, strumenti di lavoro principali del progetto, hanno l’obiettivo di fornire un’opportunità di dialogo e approfondimento.

Il primo workshop, dedicato all’analisi di strumenti e capacità di policy integrata per le aree della SNSvS, si è svolto il 16 e 17 dicembre 2020 e ha prodotto, attraverso un esercizio di simulazione di policy making su tre obiettivi strategici dell’area Prosperità della SNSvS, utili contributi che verranno ulteriormente elaborati e proposti nel Piano di azione nazionale per la PCSD. Il workshop ha contribuito anche alla revisione del “Italian Governance Scan”, dove è stato posto in evidenza il rilevante contributo che i territori hanno portato alla riflessione operata in termini di processi decisionali e quadri di programmazione imperniati sulla valutazione della coerenza delle politiche con gli obiettivi di sviluppo sostenibile.

Scarica qui l’Agenda e il Resoconto del 1° workshop "Simulation of a coherent decision making process around the National Strategy for Sustainable Development: Institutional dialogue for more coherent policies in the area of Prosperity".

Il secondo workshop si è svolto il 29 marzo 2021. L’organizzazione è avvenuta in collaborazione con il MAECI (DGCS) e gli uffici dell’OCSE, in particolare l’OCSE DAC. Scopo del workshop era l’identificazione di meccanismi in grado di promuovere una maggiore coerenza tra le politiche pubbliche nazionali e gli obiettivi di cooperazione internazionale, indagando su come questi possano contribuire al processo di revisione della SNSvS. È stato affrontato anche il tema degli “spill over effects”, ovvero delle potenziali ripercussioni negative delle politiche pubbliche in paesi terzi. L’incontro ha visto la partecipazione di rappresentanti delle amministrazioni centrali e locali e della società civile e ha rappresentato altresì l’occasione per considerare la nuova proposta di Documento triennale di programmazione e indirizzo della cooperazione allo sviluppo 2021-2023 nell’ambito dello sviluppo sostenibile. Tale documento infatti, conferma la necessità di rafforzare la coerenza, le sinergie e la complementarietà tra interventi nel rispetto del principio di indivisibilità dell’Agenda 2030 e individua, tra le risposte alle raccomandazioni della Peer Review 2019 dell’Italia in sede OCSE DAC, la linea di azione R.2 (Assicurare la coerenza delle politiche per lo sviluppo sostenibile dei Paesi partner; rendere pienamente operativi i meccanismi previsti dalla legge 125/2014) da dedicare alla coerenza delle politiche per lo sviluppo sostenibile.

Scarica qui lAgenda , il Resoconto e il Background document del 2° workshop “Designing policies for advancing on Agenda 2030 at home and abroad".

Il terzo e ultimo workshop tematico ha avuto luogo il 17 giugno 2021 ed è stato dedicato all’approfondimento degli strumenti di misurazione e valutazione delle politiche pubbliche, indagando il set di indicatori per il monitoraggio della SNSvS e tenendo in considerazione gli adempimenti di legge con riferimento agli indicatori BES. L’obiettivo è stato dunque quello di contribuire al percorso intrapreso per la creazione di un sistema coerente e integrato, in linea con l’esigenza di procedere a passo più spedito verso l’allineamento degli strumenti di programmazione e di valutazione di politiche, piani e programmi, prendendo a riferimento la Strategia Nazionale per lo Sviluppo Sostenibile come quadro istituzionale di contesto al quale, grazie al Progetto PCSD, verrà associato un Piano di Azione Nazionale sulla Coerenza delle Politiche per lo Sviluppo Sostenibile.

Scarica qui lAgenda, il resoconto, i Background document della Sessione 1, Sessione 2 e Sessione 3, e le presentazioni del 3° workshop “Connecting the existing evaluation and monitoring mechanisms related to sustainability within the revision of the National Sustainable Development Strategy and towards the PCSD Action Plan".

Gli output del progetto prevedono:

1.   l'elaborazione e la successiva pubblicazione del documento di mappatura della governance nazionale "Italian Governance Scan" per lo sviluppo sostenibile.
2.   l'elaborazione di un Piano di azione nazionale per la Coerenza delle Politiche per lo Sviluppo Sostenibile.

L’elaborazione dei contenuti di entrambi i documenti prevede un ampio percorso di consultazione con gli stakeholder, istituzionali e non, centrali e locali, che stanno prendendo parte al processo di revisione della Strategia Nazionale per lo Sviluppo Sostenibile.

 

 

                                 
 

La Strategia nazionale
per lo sviluppo sostenibile

Il processo di definizione
Strumenti di collaborazione istituzionale
Monitoraggio e valutazione
Il processo di revisione
Documenti/link utili

    Il contesto internazionale
Agenda 2030
Il Foro Politico di Alto Livello
Documenti/link utili
    I territori per lo Sviluppo Sostenibile
Le strategie regionali e provinciali per lo Sviluppo Sostenibile
Agende metropolitane per lo sviluppo sostenibile
Documenti/link utili
   

Il contributo della 
società civile: il Forum

Come funziona il Forum
Chi partecipa
Iniziative

Documenti/link utili

     Iniziative e Progetti a supporto dell’attuazione della SNSvS
Progetto Creiamo PA 
Iniziative di sensibilizzazione
Coerenza delle politiche per lo sviluppo sostenibile
Progetti di ricerca
    Eventi
In programma
Archivio