Tu sei qui

Area SIN-SIR di Massa Carrara, da Ministero e Regione accelerata sulle bonifiche

La spinta arriva dal tavolo politico promosso da Ilaria Fontana, sottosegretaria al Ministero della transizione ecologica con delega alle bonifiche, con l'obiettivo di monitorare lo stato di attuazione degli interventi nel Sito di interesse nazionale (Sin) di Massa e Carrara.

 

Roma, 24 Novembre 2021 - Si è tenuto lunedì 22 novembre presso la prefettura di Massa e Carrara, il primo tavolo operativo composto dal presidente della Regione Eugenio Giani, dall'assessore Monia Monni, dal prefetto di Massa e Carrara Claudio Ventrice, dal presidente della Provincia Gianni Lorenzetti, dai sindaci Persiani (Massa) e De Pasquale (Carrara). C’è il progetto definitivo per la bonifica di una parte dell'area industriale di Massa Carrara, che dovrà essere approvato da tutte le istituzioni coinvolte e messo a gara entro la fine 2022, con lavori per 22,5 milioni di euro.

 

Il tavolo è stato preceduto da due sopralluoghi in mattinata al sito nell'area ex Eni Agricoltura e all'impianto del gestore Gaia all'interno del quale verrà fatto l'impianto di trattamento

 

“l tavolo di lavoro non sarà una tantum, ma sarà permanente. È già calendarizzata per gennaio una nuova convocazione". Lo ha assicurato la Sottosegretaria al Ministero della Transizione ecologica con delega alle bonifiche on. Ilaria Fontana al termine del tavolo istituzionale che si è tenuta oggi in Prefettura sullo stato di attuazione degli interventi nel Sito di interesse nazionale di Massa e Carrara. "C'è grande voglia di ripartire da parte di territori in cui vi possono essere interessanti prospettive di sviluppo legati alla transizione ecologica ed energetica" ha aggiunto la Sottosegretaria alla luce delle interlocuzioni con gli altri livelli di governo coinvolti nel Sin. È necessario quanto prima completare le procedure di bonifica a partire da interventi sulle fonti primarie di contaminazione della falda. "Sono in corso con la regione le opportune interlocuzioni la completa copertura finanziaria dell'intervento ma ho ribadito che è fondamentale che, contestualmente, non si fermi l'attività legata all'individuazione dei responsabili della contaminazione. Gli oneri della bonifica devono incombere sui responsabili e non su tutta la comunità" ha concluso la sottosegretaria al Mite.

Aree 
Territorio
Direzioni e divisioni di competenza 
Direzione generale per il risanamento ambientale (RiA)
Argomenti 
Bonifiche
Ultimo aggiornamento 24.11.2021

CAPTCHA
Questa domanda è un test per verificare che tu sia un visitatore umano e per impedire inserimenti di spam automatici.