Tu sei qui

Ambiente: si è insediato il comitato interministeriale sull'inquinamento elettromagnetico

Ambiente: si è insediato il comitato interministeriale sull'inquinamento elettromagnetico

Presenti il ministro Galletti e i sottosegretari di Difesa, Interno, Beni Culturali, Salute, Lavoro, Istruzione e Sviluppo. 
Roma, 4 ago - Si è insediato nel pomeriggio al ministero dell’Ambiente il Comitato interministeriale per la prevenzione e la riduzione dell’inquinamento elettromagnetico. Presenti il ministro dell’Ambiente Gian Luca Galletti, i sottosegretari alla Difesa Gioacchino Alfano, al lavoro Teresa Bellanova, all’Interno Gianpiero Bocci, ai Beni Culturali Ilaria Borletti Buitoni, alla Salute Vito De Filippo, all’Istruzione Gabriele Toccafondi, allo Sviluppo Economico Simona Vicari.

Il comitato è chiamato ad affrontare il problema dell’inquinamento elettromagnetico sotto diversi aspetti: nell’ambito della sicurezza sul lavoro, della tutela di ambiente, salute e paesaggio, della promozione della ricerca scientifica per valutare gli effetti dell’esposizione a determinati livelli di campi elettrici magnetici ed elettromagnetici. La legge quadro 36 del 2001, che istituisce il comitato, si applica agli impianti, ai sistemi, alle apparecchiature per usi civili, militari, delle forze di polizia, agli elettrodotti e agli impianti radioelettrici, compresi quelli per telefonia mobile, per radiodiffusione e ai radar.

Nella prima riunione è stata svolta un’analisi dello schema della relazione informativa annuale da trasmettere al Parlamento sulle attività svolte nel 2014 sotto il profilo amministrativo, normativo, di controllo e monitoraggio delle sorgenti di campi elettromagnetici.

Ultimo aggiornamento 06.08.2015

CAPTCHA
Questa domanda è un test per verificare che tu sia un visitatore umano e per impedire inserimenti di spam automatici.